odontoiatria

digitale

odontoiatria digitale.jpg

odontoiatria digitale:

l’odontoiatria digitale ci permette di eliminare la fastidiosa pasta da impronta e di costruire delle immagini precise del dente o della bocca da riabilitare.

Come funziona?

Fase 1: Scansione

Utilizzando la piccola telecamera, si ottengono immagini precise in 3D dei tuoi denti.

 

 

Fase 2: Progettazione

Una volta acquisita la scansione completa, il software genera eccellenti proposte di restauro, consentendo di progettare la soluzione migliore per la sua situazione.

 

 

 

Fase 3: Realizzazione

L’unità di molaggio e fresatura, realizzerà il suo restauro in pochi minuti per poi essere applicato sul dente o su un’arcata.

 

Di cosa si tratta?

L’Odontoiatria Digitale è un innovativo metodo altamente tecnologico che permette di realizzare dalle impronte ai restauri all’analisi del sorriso con strumenti avanzati e diversi da quelli tradizionali.

Le tecniche chirurgiche si semplificano grazie alla radiologia in 3D, all’uso di software specifici e di guide chirurgiche. Esse diventano più precise.

I software di Design Estetico consentono di fare analisi del sorriso o persino di simulare quale sarà il sorriso del paziente, con i denti bianchi e allineati.

 

 

In cosa consiste?

Il sistema è composto da un dispositivo di acquisizione del dente da ricostruire (impronta ottica in 3D), da un software di progettazione tridimensionale e da un fresatore computerizzato.
Questi tre elementi ci permettono di realizzare in tempi più rapidi e con un grado di precisione superiore, una riabilitazione sia dentale che implantare funzionale ed estetica.

Il ricorso alle tecnologie digitali si è già affermato in numerosi campi medici. La produzione di riabilitazioni protesiche con il metodo CAD/CAM è una pratica ormai consolidata.

Come funziona?

L’impronta digitale è il metodo più preciso ed innovativo di rilevamento dell’impronta. I dati immagine acquisiti per via endorale dall’odontoiatra vengono convertiti in un modello di dati 3D e trasmessi direttamente alla fresatrice computerizzata. In questo modo, per numerosi casi di restauro non è più necessaria l’impronta tradizionale, operazione che risulta sgradita alla maggior parte dei pazienti.
L’impronta tradizionale e la realizzazione del modello sono tra i processi più laboriosi. La modellatura digitale facilita la precisione del lavoro, minimizzando le fonti d’errore. In particolare si ha un maggiore confort per il paziente che non deve più subire la sgradevole sensazione della pasta per impronte.

 

 

Dalla progettazione alla realizzazione

 

Adottiamo la stampante 3d per la realizzazione di modelli anatomici e la fresatrice 4-5 assi per la realizzazione di manufatti protesici sempre a guida digitale. 

 

I vantaggi?

Questo si traduce in reali vantaggi per i nostri pazienti che risparmiano tempo ed evitano quelle varie sedute che, con i metodi tradizionali, erano necessarie al dentista per prendere le impronte e fare le prove dei manufatti nei diversi stadi della loro costruzione.